Berlinale 2012 – Qualcosa di italiano c’è.

 

 Tra i film in concorso solo un italiano. ‘Cesare deve morire‘, un film documentario di Paolo e Vittorio Taviani, girato a Rebibbia con i detenuti a  rappresentare se stessi. Fuori concorso è stato invece presentato ‘Diaz, Don’t clean up this blood‘ di Daniele Vicari, film molto duro, sulle impressionanti vicende che si sono svolte all’interno della Scuola Diaz durante il G8 di Genova 2001. Procacci ha tenuto a sottolineare la veridicità delle fonti e la necessità di tutelarle. Il film ha scosso per la crudezza delle immagini e l’assurdità di quanto accaduto. 

Leggi tutto