La gioiosa pazzia d'Orlando

Errare, vagare, sbagliare, vanità: la vita. Questo è un tentativo sommario per riassumere la consistenza dell’”Orlando furioso” il poema di Ludovico Ariosto, complesso, articolato e avvincente, con la pazzia d’Orlando che fa da paradigma della vanità del mondo. Il rapporto tra questo testo ha una data storica: il 1969. Fu quello l’anno in cui esplose la bomba che avrebbe cambiato il teatro italiano creando un solco

Leggi tutto...

Tornano gli incubi

Quale incubo peggiore per un attore se non dimenticare le battute o essere trascinati in una commedia di cui non sa assolutamente nulla? Un po' come l'eterno esame di maturità che sempre si riaffaccia nei misteriosi itinerari dell'inconscio notturno.

Ecco quindi il protagonista il signor Zeta, alter ego di Sergio Zecca protagonista, autore e regista, catapultato da una commedia di Pinter che sta provando, nell'Amleto di Shakespeare, in Finale di partita di Beckett e in Private lives di Noel Coward testi di cui non sa e non ricorda neanche una battuta. A questo punto il meccanismo comico è ovvio:

Leggi tutto...

7 minuti

"7 minuti" è lo spettacolo che è in scena fino a domani al Piccolo Teatro Strehler di Milano. Protagonista assoluta dello splendido testo di Stefano Massini è Ottavia Piccolo, che dotata di grande intelligenza interpretativa si cala nei panni della Delegata del Consiglio della fabbrica Picard & Roche. 

Leggi tutto...

L'amica degli uomini importanti

Una piccola perla rara, pochissimo rappresentata dai teatri italiani e per questo ancora più preziosa. L’amica degli uomini importanti è l’unica commedia teatrale di Robert Musil ed è in scena in questi giorni al Teatro LItta di Milano per la regia di Antonio Syxty.

Leggi tutto...

La bottega del caffè

Una compagnia teatrale decide di mettere in scena La bottega del Caffè di Carlo Goldoni. Cinque attori per nove ruoli, alle prese con i costi e gli oneri di una produzione: le prove (non pagate), la scenografia, i costumi (realizzati con molta fantasia), le grane della burocrazia, le pratiche Enpals, la SIAE. Ma quando sono in scena ecco mettersi in movimento l’irrefrenabile, colorata giostra goldoniana. E proprio nel contrasto tra la fatica della realizzazione e la brillante leggerezza della messa in scena si cela il loro segreto. Né guadagno, né profitto, né sete di gloria. Come affermava Strehler,  fare teatro vuol dire soprattutto compiere infiniti atti d’amore.

Leggi tutto...

Così tanta bellezza

Una casa, una moglie due figli. Una macchina, un lavoro. Il capo. I colleghi. Tutto perfetto. Un quadro dai colori giusti, quelli che ci devono essere. Una vita sensata. Organizzata. In cui tutto è al suo posto. Così si racconta, all’inizio, il protagonista di “Così tanta bellezza”, il nuovo lavoro scritto, diretto e interpretato da Corrado Accordino in scena in questi giorni al Teatro Libero di Milano.

Leggi tutto...

Uno sguardo dal ponte

E' di scena al Teatro Carcano di Milano fino al 14 febbraio 2016 l'atto unico "Uno sguardo dal ponte". Il dramma di Arthur Miller è un caposaldo della drammaturgia novecentesca e istintivamente porta lo spettatore al confronto con le grandi trasposizioni del passato, non ultima la riduzione cinematografica di Sidney Lumet del '62 con l'interpretazione di Raf Vallone.

Leggi tutto...

Le foto presenti su Cinelab sono state in gran parte trovate su Internet e valutate di pubblico dominio. Se così non fosse gli autori sono pregati di segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., che provvederà immediatamente alla rimozione delle stesse. Cinelab è un giornale indipendente di critica cinematografica e teatrale. Direttore responsabile: Antonio Lotronto - Provider: Aruba